Reportage

Scritto da Alessandro Maffucci

REPORTAGE
Balestrino (Il paese fantasma)

Arrivando a Balestrino non si può evitare di sollevare lo sguardo verso l’alto e venire catturati dall’imponente struttura del Castello che, dalla sua posizione di dominio, vigila ancora oggi sopra all’antico borgo disabitato. Fra il 1962 e il 1963, infatti, a causa dei continui smottamenti e frane del terreno, si decise di ricostruire un nuovo Balestrino più a valle.

Il vecchio borgo venne definitivamente abbandonato dalla popolazione, lasciando alla natura il compito di prenderne possesso. Camminando per le antiche stradine si nota l’erba che progressivamente ha riempito gli acciotolati e le vecchie case vuote e buie emettono un silenzio innaturale. Tutto si è fermato in questo borgo abbandonato, anche l’orologio della Chiesa e l’antica meridiana non segnano più le ore. Ci si aspetta da un momento all’altro di sentire un qualche rumore, ma spesso si scorge con la coda dell’occhio un gatto che fugge tempestivamente all’arrivo di visitatori. Qui nel vecchio borgo tutto è fermo, muri inanimati che conservano tutta la loro storia riflettendo un alone di suggestione nei vicoli ombreggiati.

Chissà se un giorno Balestrino vecchio prenderà di nuovo vita ? Al momento è stato scenario di un set cinematografico e ha potuto per un attimo riacquistare il suo antico vigore. Al momento sono in corso degli studi geologici per appurare la solidità del terreno e progetti per il recupero degli stabili.

View this photo set on Flickr

Categoria: